Commento al bollettino del 11 – 17 luglio 2016

La scorsa settimana si è assistito ad un notevole abbassamento delle temperature su tutta la Penisola unitamente a fenomenologia diffusa e localmente intensa. Da segnalare le nevicate che hanno interessato l’arco alpino e le vette dell’Appennino a quote appena superiori ai 2000 metri s.l.m.

Già a partire da questa settimana si tornerà alle ‘normali’ condizioni caratteristiche dell’estate mediterranea.

Si registrano concentrazioni basse in diminuzione Castagno, Ligustro e Pino, stabili per Amaranto, Artemisia e Eucalipto; medie stabili per Parietaria e Alternaria, in diminuzione per Graminacee; alte in diminuzione per Piantaggine.

 

(19/07/2016)

PIUMINI DI PIOPPO

Caldo e vento favoriscono in città, soprattutto lungo il corso del Tevere il volo di leggeri piumini. Si tratta dei semi di pioppi e salici: sono rivestiti da peli che servono alla loro dispersione. Si tratta della strategia adottata da molte piante,  dette per questo anemocore, che vuol dire che utilizzano il vento per disperdere i semi. Nonostante i consueti servizi dei tg siano soliti mostrare queste immagini in occasione dell’arrivo della primavera e dalle allergie, NON SI TRATTA DI POLLINE. La sintomatologia che gli allergici hanno in concomitanza del volo dei scemoi di salice e pioppo è scatenata dal polline delle specie in fiore in questo periodo. Nel filmato un esempio di questo bello spettacolo.

 

Citizen Science: un nostro osservatore, il prof Costantino Sigismondi, oltre alle settimanali osservazioni, corredate da fotografie, ha inviato questo video. grazie a lui lui e a tutti i suoi giovani osservatori studenti dell’Istituto I.S. F. Caffè.

 

 Targhe alterne?

Le condizioni di alta pressione e ristagno determinano l’accumulo di polveri sottili e altri inquinanti.  Nella fotografia riportiamo i vetrini di monitoraggio dell’ultima settimana e il confronto con quelli di quaranta giorni fa.  Il confronto non è per nulla rassicurante.

aria dicembre

PRIMI POLLINI ALLERGENICI? 

In questo periodo di fine dicembre stiamo assistendo a una serie di giornate molto belle, con temperature al mattino e alla sera pungenti, ma miti verso l’ora di pranzo. In effetti rispetto allo scorso anno le temperature sono più basse, e molto più basse sono le precipitazioni: nel 2014 dal 1 gennaio al 30 novembre presso la stazione di Roma Tor Vergata si sono registrati precipitazioni per  1048 mm e 84 giorni piovosi; nel 2015 rispettivamente   630 mm e 65 giorni piovosi. Queste condizioni meteorologiche si stanno protraendo ormai da molti giorni e si ripetono i provvedimenti di blocco parziale del traffico nella speranza (vana) di ridurre la quantità di polveri sottili.

Nelle nostre osservazioni settimanali troviamo qualche granulo di nocciolo e cipresso, ma siamo ancora lontani da concentrazioni apprezzabili.

Per il cipresso in particolare le osservazioni fenologiche nella città di Roma e nel resto d’Italia, mostrano un certo ritardo rispetto allo scorso anno (vedi mappe sotto, fonte Iphen network). Ringraziamo di cuore i cittadini che partecipano alla nostra campagna Citizen Science: le osservazioni fenologiche ci aiutano a calibrare meglio le nostre osservazioni aerobiologiche.

Ha suscitato quindi un po’ di sconcerto l’articolo uscito la settimana scorsa circa la comparsa di pollini allergenici come segnali di imminenti manifestazioni allergiche.

cipresso 2014 CIPRESSO 2015

 

l’aria che tira

i recenti provvedimenti di blocco totale e parziale del traffico derivano dai dati delle centraline di rilevamento presenti in città. anche il campionature di polline dà un’idea dell’aria che respiriamo come è possibile vedere nei vetrini degli ultimi giorni della settimana scorsa. Le bande nere corrispondono al traffico e all’accensione dei riscaldamenti.

Ogni vetrino corrisponde a 24 ore con le ora O in basso vicino l’etichetta e le 24 sul lato opposto in alto.

aria di roma

 

 

L’Atlante  del polline delle principali specie allergeniche d’Italia, è prenotabile rivolgendosi alla casa editrice o direttamente dal sito www.ilraggioverdesrl.it Info e contatti: info@ilraggioverdesrl.it – 3394038939

Rassegna stampa ai seguenti link:

http://www.romatoday.it/cronaca/mediterranean-palynology-symposium-sapienza.html

http://www.arteeluoghi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2326:a-roma-il-mediterranean-palynology-symposium&catid=58:notizie&Itemid=136

CITIZEN SCIENCE CAMPAGNA RILEVAMENTO FENOLOGICO DEL CIPRESSO

Rivolto a tutti gli osservatori naturalistici e agli allergici al polline di cipresso. i risultati del primo anno di attività di Citizen Science rivolto all’osservazione della fenologia del cipresso sono stati molto  incoraggianti. Ne è scaturita un’utile fotografia della diffusione del polline di cipresso a Roma.

Stiamo predisponendo le nuove schede per la partecipazione della campagna di rilevamento fenologico del cipresso. Quest’anno vorremmo il coinvolgimento delle scuole, che stiamo contattando.

Le adesioni alla campagna possono essere già mandate all’indirizzo: info@polline.uniroma2.it

 

A proposito di Flegetonte e non solo

Riprendiamo dal sito www.meteo.rma.it un istruttivo commento ai fantasiosi nomi assegnati alle cicliche ondate di calore, ed in autunno alle perturbazioni che portano pioggia

Da qualche tempo imperversano sui giornali titoloni ad effetto, che rilanciano roboanti e suggestivi nomi di condottieri e personaggi della storia o della letteratura (da Annibale a Caronte passando per Scipione), associati alle strutture meteorologiche che si succedono sulla scena atmosferica europea, in particolare ai campi di alta pressione responsabili di giornate all’insegna del caldo intenso (ma vedi tu che stranezza, d’estate in Italia fa caldo); si tratta, ovviamente, di operazioni mediatiche assolutamente arbitrarie, ad uso e consumo del sensazionalismo giornalistico, messe in giro da siti web commerciali che non hanno alcuna titolarità per assegnare tale nomenclatura, ruolo che l’Organizzazione Meteorologica Mondiale assegna invece storicamente, per la scena euro-atlantica, all’Istituto di Meteorologia della Freie Universität di Berlino. Quest’ultimo, infatti, produce quotidianamente una mappa con l’analisi barica alle ore 00 UTC, ed una con la previsione a +36 ore, cioè per le ore 12 UTC del giorno seguente, entrambe contenenti la diagnosi dei sistemi frontali ed i nomi ufficialiassegnati a cicloni ed anticicloni secondo una successione pre-assegnata (negli anni pari nomi femminili per le basse pressioni e maschili per le alte pressioni, negli anni dispari ruoli invertiti, seguendo due liste in ordine alfabetico decise in anticipo), sulla falsariga di quanto avviene negli Stati Uniti per gli uragani e le tempeste tropicali.

(16/07/2015)

NOVITA’ EDITORIALE

Abbiamo pubblicato con il raggio verde edizioni, l’Atlante del polline delle principali specie allergeniche d’Italia. Il volume, realizzato da Alessandro Travaglini, M. Antonia Brighetti, Augusto Arsieni e Francesco Vinciguerra, costituisce un utile manuale per il  riconoscimento del polline aerodisperso nonché un’utile raccolta di schede botaniche relative alle specie allergeniche descritte. In ciascuna scheda è riportata la descrizione del taxon e del granulo corrispondente, con relativa documentazione iconografica: sono illustrate 46 famiglie e 134 taxa botanici, tra generi e specie.

Il volume di 216 pagine, raccoglie tutte fotografie originali, tabelle, glossari botanico e paleontologico, e bibliografia.

copertina atlante

 

 

CITIZEN SCIENCE ED OSSERVAZIONI FENOLOGICHE DEL CIPRESSO A ROMA

Il monitoraggio fenologico (l’osservazione delle diverse fasi vegetative e riproduttive delle piante) è un ottimo strumento da affiancare al monitoraggio aerobiologico. In considerazione che tra le prime piante allergeniche a fiorire è proprio il cipresso, desideriamo coinvolgere i visitatori del sito residenti nell’area del comune di Roma in un progetto di osservazione naturalistica che va sotto il nome di Citizen Science.

Tale tipo di attività si basa sulla collaborazione tra cittadini ed istituzioni scientifiche.

Per aderire basta avere vicino degli alberi di cipresso e compiere le osservazioni, con cadenza settimanale secondo le istruzioni che daremo a chi aderirà all’iniziativa. Nella foto potete osservare i piccoli coni maschili di cipresso ancora immaturi.

cipresso        cipresso fase 1

Coloro che desiderano partecipare a questa iniziativa, assolutamente nuova per la città di Roma, possono inviare una mail all’indirizzo info@polline.uniroma2.it comunicando la zona di osservazione.

Confidando in una numerosa partecipazione vi auguriamo buone osservazioni.

 

 

Nessuna parte del sito è utilizzabile senza autorizzazione scritta